Uncategorized

help me

Un grido nel silenzio ” aiuto ”

Finalmente ho il computer nuovo. Sacrifici, ricerche, e ancora ricerche. Chiedi agli amici, ai conoscenti, a chi pensi sia un esperto e infine eccolo, un bellissimo Asus SSD e altri vari codici. Dunque, stiamo calmi. Oltre al fatto che sono giorni che non accedo al mio blog, sto passando il tempo, poco e prezioso tempo, a cercare di configurare questo PC. E’ un’autentica battaglia, sul campo ci sei tu contro Microsoft. La prima cosa che cercano di fare è impossessarsi di tutti i tuoi dati, dal numero di scarpe a quante volte vai in bagno e tu ti difendi a suon di flag su le varie caselle NO GRAZIE, non voglio che respiriate per me, anche se difficile e in carenza di ossigeno, respiro da sola. Ma poi, si c’è un poi, hai bisogno di quelle piccole cose per ristabilire quell’ordine che ti eri guadagnata sul vecchio pc. Dov’è la mia mail? mi chiedono un account Microsoft, ancora? non basta la password per entrare nella mia mail? Non lo so se ho un account Microsoft, non ricordo se lo avevo creato sul vecchio pc, non ricordo password di account Microsoft. Ok,  questa battaglia l’hai vinta tu. Vado a leccare le ferite e affilare le spade. Domani è un altro giorno.

Please follow and like us:

cucire o non cucire questo è il problema

AhAhAhAh, rido da sola delle mie paturnie. Dunque, il cuore è fatto ma sta lì che mi guarda, o meglio, sta lì ed io lo guardo e penso ” come ti sostengo? “. Non trovo niente che mi ispiri a costo zero. Non è che voglio essere spilorcia ma è la mia linea, tutto quello che creo voglio che sia frutto di riciclo. Con la stoffa è facile ma un piedistallo per il mio cuore è un’altra storia. Ho provato ad andare da uno sfasciacarrozze ( si usa ancora chiamarli così? ) ma figurati non ti fanno entrare per questioni di sicurezza. Li posso anche capire, io volevo solo dare un’occhiata, cercare qualcosa che mi potesse interessare tra i pezzi di motore abbandonati ma oggi le macchine vengono tutte schiacciate e mandate alle fabbriche per fonderle e i pezzi di motore che tengono non sono abbandonati, se li rivendono 🙁 . Forse in effetti ha sempre funzionato così. Diventa fondamentale un cambio direzione, nel frattempo mi ritrovo a guardarmi intorno cercando qualsiasi cosa che possa essere quella giusta, manca solo che frugo tra i cassonetti 🙂 . Bene, il mio piccolo sfogo finisce qui, se qualcuno ha idee da suggerire sono bene accette. Alla prossima 🙂

Please follow and like us:

Tanto per ridere

Mi è successo proprio domenica scorsa, stavo cucendo una cover per l’ eBook del mio compagno e proprio quando pensavo di aver finito mi sono accorta che l’unica cosa finita era il filo del rocchetto inferiore 🙂 🙂

Esatto questa è la reazione.

Dopo il leggittimo abbattimento, si ricomincia 🙂

Please follow and like us:

I giorni della merla

https://www.youtube.com/watch?v=ycy-xcCrYi

Chi non ha visto ” Ricomincio da capo ” ? E’ un film esilarante, poetico e positivo. Un film da rivedere in questi giorni, i più freddi dell’anno  ( così dicono 🙂 ). Per me anchè il titolo è interessante, ho ricominciato da capo diverse volte nella mia vita e questa volta sto cercando di dare una svolta alla mia passione cercando nuove strade. Non è mai facile ricominciare perchè ci si cimenta con esperienze nuove e difficoltose. Per farla breve, la mia prima scultura che pensavo di portare a termine nel mese di Gennaio, non è finita. Non riesco a fare un supporto, che possa sostenere il cuore, che mi soddisfa. Quello che ho in mente non lo trovo e forse questo è il segno che devo realizzarlo. Questa è un’esperienza nuova che mi blocca un pò, non so se ne sono capace. Ma il messaggio del film è proprio questo, se vogliamo davvero cambiare direzione dobbiamo allontanarci dalle nostre strade abituali e percorrerne di nuove 🙂 .

Buona visione a tutti

Please follow and like us:

Passions

Passione, quella che ci spinge nella vita. La passione per lo sport, la passione per la fotografia, la passione, mia, per il cucito. Ma anche l’amore è passione. Amore ricambiato, contrastato, rifiutato. Ecco il mio cuore, spezzato dagli altri ma anche da noi stessi.

In realtà non ho ancora finito, l’idea di legare il cuore ai legni di mare mi piace ma questi legni, trovati sulla spiaggia, sembra che non vadano bene. Troppo piccoli o troppo semplici. Cercavo un legno più tortuoso, che esprimesse la sua passione e mi permettesse di fonderla con la passione tortuosa del cuore……. Sto esagerando vero?  🙂 . Vabbè più semplicemente non mi piacciono, legna da ardere 🙂 .

Dato che non ho il camino li tengo ancora un pò, magari osservandoli meglio hanno una loro storia da raccontare 🙂 .

Please follow and like us:

La quiete dopo la tempesta

” Ecco il sol che ritorna, ecco sorride… ”

E oggi il sole è davvero tornato, giornata fantastica fatta per non stare in casa e infatti sono uscita 🙂 . Finalmente sono andata sulla spiaggia a cercare ciò che il mare dona, vetri, legni, conchiglie. Ho tralasciato bottiglie di plastica, scatole vuote, lattine arruginite e ho portato a casa il mio bottino. Ora tutti i legni raccolti sono nella mia doccia, è incredibile quanta sabbia può uscire da un legno apparentemente liscio. Perchè vi racconto questo? Beh prima cosa spero di suscitare l’invidia di qualcuno facendovi sapere quanto può essere rilassante e corroborante passeggiare in riva al mare 🙂 seconda cosa sto cercando un legno di mare per il mio cuore. Purtroppo non ho trovato quello che avevo immaginato, ma dobbiamo accettare quello che ci viene donato, giusto? Adesso aspetto che si asciugano e poi faccio le prove di assemblamento con il cuore. Vediamo cosa ne scaturisce e se non mi piace continuerò a cercare sperando in altre giornate di sole.

” Del passegger che il suo cammin ripiglia… ”

🙂

Please follow and like us:

10 gennaio 2017

Sono già passati 10 giorni e i lavori vanno avanti. Il cuore-scultura prende forma. Mi sono ispirata a ” Love & Hate ” di Michael Kiwanuka. E’ stupendo anzi ve lo consiglio. Vi posto qui il pezzo che s’ intitola così ma ascoltatelo tutto, mi ringrazierete…….https://www.youtube.com/watch?v=aMZ4QL0orw0

Anche il mio cuore è stupendo, scherzo 🙂 . Mi piace esagerare però presto ve lo mostrerò e magari mi darete una vostra opinione.

A presto 🙂 .

 

Please follow and like us:

2017…… i tuoi propositi?

Una calda giornata primaverile mi accoglie la mattina del 1° Gennaio, posso ridere? Si, dai, concedetemelo. Queste sono le nuove stagioni a cui dobbiamo abituarci. Ora sono qui, con la finestra aperta, che vi scrivo e penso ai miei di propositi per questo nuovo anno.

Ne ho tanti, come sicuramente anche voi ma qui espongo quello più attinente.

Realizzare un’opera al mese con la stoffa.

” e non è quello che già fai? ” in realtà no. Ho fatto bambole, borse, svariate decorazioni natalizie ma mai un opera, una scultura. Già una scultura utilizzando la stoffa. E’ sempre stato questo il mio desiderio ma, tutt’oggi, è un pò fumosa l’idea di “cosa”. Perciò ho deciso di iniziare da una scultura semplice di base, arricchita dalla mia mano. Un cuore. Adesso non ridete voi per favore 🙂 . Vi sembra una idea sciocca? Un po’ lo è ma anche Michelangelo non ha iniziato dalla Cappella Sistina 🙂 .

Beneficio del dubbio concesso? ok ( grazie 🙂 ) tra un mese esatto vi mostrerò la mia prima scultura e spero di ricevere commenti positivi o critiche propositive 🙂 . Nel frattempo vi aggiorno sul work in progress.

Dimenticavo, e i vostri propositi?

Please follow and like us:

La notte più lunga dell’anno

Primo giorno d’inverno, un inverno strano ormai da qualche anno, nevica nel deserto, evento insolito e bellissimo, ma qui non fa molto freddo anzi, a volte, fa quasi caldo. Però stanotte il buio durerà di più ed io ho voglia di accendere candele e le luci del mio albero di natale sembrano più luminose. Cosè il Natale? per ognuno di noi una cosa diversa presumo. Per me è la mia casa addobbata, le mie stoffe che si trasformano e diventano alberi, stelle, pupazzi di neve. Ieri il mio amico mi ha mandato la foto del suo albero di natale, non perchè è vanesio 🙂 ma perchè come puntale c’era una mia creazione. Un dono per lui cucito appositamente. In realtà il soggetto non è proprio natalizio ma sul suo albero è perfetto perchè lo rende ancora più suo ed anche un pò mio 🙂 .

Perchè un basso? beh! lui è un bassista 🙂

Please follow and like us: