Archivio mensile: dicembre 2016

Incartiamo i regali?

A che punto siete? Lo so manca sempre qualcuno e domani, stressatissimi, a correre ai ripari:) . Dai! in fondo il Natale è anche questo, pensare, scegliere, uscire, guardare vetrine ( tante vetrine ) e poi comprare. Piccoli pensieri o regali importanti, è bello vedere tutti quei pacchetti sotto l’albero. Ho un’idea per rendere il momento dello scambio dei doni diverso e più divertente e ve la dico 🙂

Comprate carta da regalo monocromatica ma tutti colori diversi

Incartate il vostro regalo scrivendo il nome del destinatario dentro e non fuori sulla confezione

Invitate i vostri ospiti e scegliere un colore e prendere il pacchetto di quel colore

Vediamo se siete stati bravi ad abbinare il colore al destinatario del dono, se così non fosse direi meglio! Dopo l’apertura dei doni si innesca la caccia al vero proprietario e lo scambio continua, creerete così un’atmosfera giocosa e coinvolgente, vi garantisco una serata davvero speciale 🙂

Buon Natale a tutti

Please follow and like us:

La notte più lunga dell’anno

Primo giorno d’inverno, un inverno strano ormai da qualche anno, nevica nel deserto, evento insolito e bellissimo, ma qui non fa molto freddo anzi, a volte, fa quasi caldo. Però stanotte il buio durerà di più ed io ho voglia di accendere candele e le luci del mio albero di natale sembrano più luminose. Cosè il Natale? per ognuno di noi una cosa diversa presumo. Per me è la mia casa addobbata, le mie stoffe che si trasformano e diventano alberi, stelle, pupazzi di neve. Ieri il mio amico mi ha mandato la foto del suo albero di natale, non perchè è vanesio 🙂 ma perchè come puntale c’era una mia creazione. Un dono per lui cucito appositamente. In realtà il soggetto non è proprio natalizio ma sul suo albero è perfetto perchè lo rende ancora più suo ed anche un pò mio 🙂 .

Perchè un basso? beh! lui è un bassista 🙂

Please follow and like us:

Brrrrrrrrr

Questa bambolina freddolosa è tanto piaciuta ad un’anziana signora, é un piacevole ricordo perchè, come ho detto, è il gradimento la ricompensa che preferisco, aimè non diventerà mai un lavoro questo hobby 🙂

Please follow and like us:

Stanta Claus

Sono orgogliosa di questo mio santa Claus, peccato non possiate toccarlo perchè è morbido e piacevole da tenere in mano. Il suono della campanella attaccata al cappello è per me il vero simbolo del Natale.

Please follow and like us:

Mai perdere gli aghi

Ho il terrore di perdere gli aghi, è un’eredità che mi ha passato mia madre. Ricordo che mi raccontava storie di aghi persi che entravano nella carne e camminavano sotto pelle. Roba da matti. Comunque io oggi me ne sono perso uno e ho ripensato a quelle storie, in automatico ho cominciato a cercarlo tra i miei vestiti e devo dire anche con un pò di apprensione, non l’ho trovato 🙂 .

Veniamo a noi, sto continuando a fare la mia piccola foresta di alberi natalizi, vorrei più tempo per dedicarmici ma non c’è e mi adatto 🙂 faccio quello che posso.

Oggi pensavo che mi piacerebbe fare questo ( cucire “cose” ) come lavoro ma facendo due rapidi calcoli non riuscireri nemmeno ad egualire lo stipendio che prendo adesso e non è alto. Quindi rimane il mio Hobby 🙂 . Continuo a sognare però perchè veramente mi piacerebbe. Comunque visto che ancora non ho finito gli alberelli vi pubblico qualche foto dei lavori che ho fatto in passato…… a tra poco

Please follow and like us:

La mia vicina di casa

Ho passato il pomeriggio a cucire alberelli di Natale, cantando nella mia mente jingle natalizi e poi è arrivata lei. No, non mi ha bussato alla porta ( menomale ) sta la, nella stanza che confina con la mia e comincia a parlare. Parla parla parla, parla un sacco al telefono. Roba da matti. Benedette case dove se starnutisci qualcuno ti risponde ” Salute “. E così io ascolto non volendo, ma a volte anche si 🙂 è divertente. Mi sembra di essere una spia che carpisce segreti a persone ignare. In realtà non capisco molto del senso di quello che dice anche perchè, parlando al telefono, percepisco solo metà del discorso. Trovo tutto questo però molto buffo, l’ ho già detto? Si si, l’ ho detto ma ve la farei sentire e vi mettereste a ridere pure voi. Mi vien voglia di chiederle di parlare di qualcosa di più interessante, non so… un film che ha visto, un disco che ha ascoltato. No parla solo di malanni, scuola ( forse è un’insegnante ) e poi ride, “ma di cosa ridi” ????? Beh tutto questo era solo per dirvi che sto cucendo dei bellissi alberelli di Natale che regalerò a…….. chi capita 🙂

Please follow and like us:

Un grazie ad Alessandro Pedrazzoli

Volevo scrivere di lui perchè è grazie a lui che oggi sono qui a scrivere 🙂

E’ gia da qualche anno che ho avviato la mia pagina facebook https://www.facebook.com
e, senza dovermi sforzare troppo sono arrivata a 597 like. Sono pochi, penserete, per me no perchè, apparte i 20 amici che mi hanno sostenuto all’inizio, non ho mai pagato nulla per sponzorizzarla e nonostante questo il tam tam di fb ha funzionato da solo,  grazie anche alle mie creazioni che piacciono :). Aprire un blog o sito col nome della mia pagina era da un pò che ci pensavo. Ho abbozzato qualcosa in passato con un’altra piattaforma ma non mi piaceva e pochi giorni fa mi sono imbattuta in lui che, come lui stesso dice, è la prima voce che google ti da come risposta alla domanda ” come si fa ad aprire un blog”. http://alessandropedrazzoli.com/come-creare-un-blog-e-diventare-blogger/

Perchè ho scelto di leggere il suo blog? semplice era scritto per le persone che come me non masticano i linguaggi dell’informatica e il suo accompagnarti passo passo mi ha fatto schiacciare quel tasto con su scritto INSTALLA ed ora sono qui. Quindi trovo doveroso ringraziarlo proprio qui, sul mio blog, anche se ancora non è di successo 🙂

GRAZIE

 

Please follow and like us:

8 Dicembre

Oggi l’anno scorso ero a un mercatino di Natale, il mio primo mercatino. E’ stato bellissimo, l’ambiente, l’atmosfera. vedere tutte le mie creazioni esposte sul banchetto è stata una grande soddisfazione ma ancora più grande è stato sentire gli apprezzamenti della gente. Non ho venduto molto e a livello economico c’ho rimesso, considerando che ho dovuto soggiornare due notti fuori e pagarmi un B&B. Mi è andato bene lo stesso. Lo scopo di questa mia passione è appunto coltivarla anche perchè io fortunatamente ho un lavoro stabile. E’ un ricordo e un’esperienza che rimane dentro di me arricchendomi. Non volevo fermarmi a quel mercatino, tante idee e progetti, non realizzati. Pazienza, non mi scoraggio e continuo a progettare e ideare, sono sicura che presto realizzerò il mio grande sogno, qual’è? non voglio dirlo perchè devo prima trovare il coraggio e la volontà di buttarmi in questo sogno pieno di stoffe e colori da cui posso finalmente tirare fuori tutta la mia creatività

Please follow and like us: